Bing e Facebook e la profezia di un anno prima

Che Bing e che Facebook insieme facciano notizia è più che leggittimo, che i due giants insieme stiano aprendo una strada straricca di interessanti risvolti su modo in cui noi verremo inflluenzati dai risultati delle nostre ricerche in Rete, a mio avviso è pacifico.

Ma, in questo mondo veloce, così veloce che non fa in tempo a metabolizzare niente, a volte fare un passo indietro e ri-leggere chi gli scenari li ha anticipati è utile.

Il 30 marzo del 2009 Peter Hershberg scrive  un articolo intitolato What Social Media Means for search.
Già dal sottotitolo “it’s not just what’s on a Page or  Who links to it:it’s How it relates to User’s Personal Networks”, si capisce come ha intera la visione di quello che sarebbe successo.

Ritengo infatti che sarebbe stato il tiolo perfetto della conferenza dell’altro ieri di FaceBing o BingBook, fate voi.

Citerò parti dell’rticolo di Hersberg perché mi sembra che la sua visione anticipatoria  su cosa e come il social search cambierà le nostre abitudini di cittadini della Rete, sia il commento migliore che io possa pensare.

Li lascerò in inglese perché la mia traduzione non renderebbe.

“In Search 3.0, relevance is determined not just by what’s on a page and what surrounds that page but how that data relate to your personal network. As more and more people connect to each other through social networks, the resulting social graph is proving extremely powerful in helping users filter the data coming at them.”

Facebook began as a way to see more information about people you were going to school with. Now it’s become a way for friends to share interests by becoming fans of brands and lifestyles and posting articles, opinions and information.

In many instances, these sites have started to surpass Google for specific information searches. When you look for video, do you go to Google first or do you go to YouTube?
We’re already seeing this play out in some of the sites and services many of us use today. Sites collect specific types of information and let their users filter and search that information based on their personal networks.

If 1.0 was about making sure the information within individual pages of your site could be found, and 2.0 was about making sure your site was optimized within a network of related sites, then 3.0 is going to be about finding ways to reach individuals by using their social graphs.

But as traditional search begins to converge with social media, a robust presence in and understanding of social media will be a requirement of marketing in the Search 3.0 universe.

Tutto quello che sappiamo, tutto quello che pensiamo oggi di cosa il social search cambierà è descritto in questo articolo.

Scolpito nel web il 30 marzo 2009.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in social search e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...