E se le aziende scelgono le twitter brand pages?

E’ da un po’ che ho installato sul mio iphone la nuova versione di Twitter….l’hanno chiamata Fly e la comunicazione istituzionale recita più o meno così: “ the new profile puts you and your interests front and center.”

Ripensavo proprio a questo concetto:”mettere al centro te e i tuoi interessi”.

Siamo  passati dal microbblogging  considerato di “nicchia”, che quando è nato 5 anni fa contava la bellezza di 7 utenti (!) ad un vero e proprio news broadcaster che conta oggi 100 milioni di utenti attivi, con un aumento vertiginoso nell’ultimo anno: da gennaio gli utenti sono aumentati dell’82%.

Con questi numeri per Twitter cambiare è diventato un must , ed è stato naturale decidere di cambiare mettendo “al centro” l’utente, fino a somigliare sempre di più al “fratello maggiore” Facebook. La nuova home di Twitter assomiglia  al wall di facebook, e la funzione Connect sembra la riproduzione in miniatura della Timeline di FB.

Ma l’ultima grande rivoluzione Twitter sta nelle nuove brand page dedicate alle aziende: Facebook ne è stato il precursore, Google ha lanciato da poco le Google Plus Page, mentre su Twitter fino a ieri privati e aziende erano diversi solo nel nome.
Con le nuove brand page le società potranno customizzare il layout della loro pagina e, soprattutto, potranno scegliere quale tweet mettere on top, con annesse foto e video. Et voilà: all’apertura della pagina il tweet si espande senza neppure bisogno di cliccarci sopra!

Ma perché un’azienda, che ha già una pagina Facebook, dovrebbe sviluppare anche la brand page su Twitter?

O addirittura scegliere solo Twitter per promuovere il proprio brand?

Facciamo chiarezza: se pensiamo di mettere la stessa brand page, su Twitter e su FB, diffondendo su entrambe le piattaforme i medesimi contenuti siamo fuori strada….abbiamo a che fare con degli strumenti di social engagement diversi, con diverse modalità di interazione.
Ma torniamo a Twitter. Io ci vedo tre motivi per sviluppare una Twitter Brand Page:

TWITTER ALL NEWS: La maggioranza degli utenti di twitter si iscrive solo per leggere i tweet di determinati utenti, insomma tutti leggono ma davvero in pochi scrivono…
E quindi quale luogo migliore per promuovere un brand?

TWITTER NEW DESIGN: Dando uno sguardo alle 21 aziende che per prime hanno potuto testare il nuovo servizio, notiamo come tutte le brand page ricalcano il corporate layout (e non si può dire lo stesso per FB…). Questo perché le aziende possono personalizzare in toto la brand page utilizzando i colori aziendali, inserendo immagini in background e, soprattutto possono utilizzare lo spazio grafico posto subito sotto le info aziendali “di servizio” inserendo un banner promozionale.

TWITTER INTERACTION: Follow e Tweet to (Reply), queste le due principali modalità di interazione.
Se Follow si avvicina ad una sorta di Like, @Tweet to è la vera chiave di volta per le aziende: è con quell’@ che il cliente o potenziale cliente dice COSA PENSA di quel brand a tutti i suoi followers.
E, non ultimo per importanza, in bella vista per ogni tweet troviamo il Counter di RT e Preferiti, che consente di visualizzare subito tutte le interazioni per ogni singolo tweet.

Uno sguardo alle brand page di McDonald, Heineken e Intel per comprendere ancora meglio le potenzialità dello strumento.

Mc Donald’s Brand Page – Comunicazione focalizzata sul Brand

Heineken – Comunicazione focalizzata sul coinvolgimento degli utenti tramite un “concorso online” (design your future bottle)


Intel – Comunicazione focalizzata sul prodotto: the perfect travel computer

Ho scelto tre diversi approcci, che corrispondono a tre diverse strategie di comunicazione utilizzate dalle aziende in questione: focus on brand, focus on engagement, focus on product. Tutte e tre assolutamente percorribili su Twitter.

Insomma come sempre conta cosa vogliamo comunicare, come e dove vogliamo comunicarlo, chiarito questo (sembra facile!) possiamo utilizzare al meglio le brand page, twitter, facebook o google che siano.
Non serve moltiplicare le presenze social ma ottimizzarle, questo dovrebbe essere un must per ogni azienda.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in social e scenari, social media e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...