Io speriamo che me la cavo. Profili semiseri dei professionisti italiani su Linkedin

Sto leggendo un libro molto interessante, The Start up of you di Reid Hoffman, il fondatore di Linkedin.
L’autore sta bene attento a non fare una marchetta, ma ovviamente parla anche di Linkedin, quindi m’è venuta voglia di passarci più tempo, osservare come le persone lo usano per fare networking e business.

A un certo punto mi sono accorto che, oltre alla maggioranza, che nel proprio profilo descrive la funzione aziendale o professionale, c’è una minoranza che attinge alla creatività italica per scrivere descrizioni del proprio profilo improbabili che lasciano basiti o strappano il sorriso.
Qualcosa che si può provare a inquadrare in Categorie.

Una delle categorie ben popolate è quella dei “Founder” di aziende.
Uno di questi founder doveva essersi evidentemente con-fuso, o forse era poco convinto del proprio socio, perché si definisce: “cofonder”.
Speriamo che, anche se solo da cofonder, le cose gli siano comunque andate bene.

Un’altra categoria è fatta da coloro che sono estremamente creativi, oh yess molto creativi, alcuni lo sono così tanto che non hanno nemmeno un oggetto su cui esercitare la propria creatività: infatti sono dei “creative thinker”.

Di una creatività invece sognante è esponente quest’altro profilo: “I spend half of my time daydreaming and the other half trying to accomplish what I dreamed”.
Auguriamogli buoni sogni.

Ecco adesso due categorie opposte: la prima è molto figlia dei tempi, cioè deve molto alla flessibilità richiesta, alla trasversalità delle skills richieste dal mercato del lavoro, quindi: “dottore commercialista / blogger / WEB MARKETING SPECIALIST”.
A occhio e croce gli auguriamo che gli vada bene la prima di professione.

La seconda, invece, punta sulla specializzazione di nicchia, ottima strategia di marketing, anche se, in questo caso, forse il settore può lasciare qualche dubbio…: “Curatore della rubrica di poesia XXXXXX”.
Perché vi sembra strano ?
Linkedin è sì un network di professionals ma da quando in qua la Poesia non può essere una fonte di business ?
A partire dagli Aedi di Omero…

C’è chi poi, unendo un supremo snobismo a una voglia comunque di non abbandonare un mondo professionale e i legami relativi, non ha dubbi nell’indicare con una sola parola un mestiere “vero”: contadino.

Per contrasto, ma anche per similitudine, un altro utente cui piace “coltivare”, ma in modo metaforico (e chi può dargli torto ?: “imprenditore che adora “coltivare” strategie di comunicazione e soluzioni di marketing digitale”.

Chi ha colto nel segno dei tempi, e sa che tutto è lavoro in corso, e che ormai sono i computer a determinare le forme del nostro lavoro, si propone con il profilo: “Updating”.
Mica male, prima o poi qualcosa verrà fuori.

Infine, a riprova e conferma che l’identità professionale è fondamentale e spesso determina l’identità personale, ecco qualcuno che sì ci dice cosa fa, ma soprattutto “dove”: ”fotografo e insegnante presso Me stesso”.

Cari Cacciatori di Teste, ecco una bella sfida: ma se all’interno di queste descrizioni, alcune improbabili, alcune che fanno tenerezza, ci fosse comunque un segno dei tempi, un bisogno di dire di sé con parole che non siano scontate, pre-fabbricate in aziende e tradizioni logore ?

D’altra parte, noi lavoratori del Terziario avanzato, da tempo immemore, abbiamo il problema di dire a nostra madre che facciamo i pianisti in un bordello.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in digital, social e scenari, società e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...